Dazi.it

Importazione da Andorra in Italia: asini



Scopri i dazi doganali, le certificazioni e le misure necessarie per importare asini da Andorra in Italia.

Nelle importazioni, ad ogni merce si applica un codice TARIC (tariffa doganale comunitaria) che si basa sulla nomenclatura del Sistema Armonizzato (HS) stabilito dalla convenzione internazionale omonima. Tale codice è composto da 10 cifre e identifica univocamente ogni tipo di bene. Il codice TARIC della categoria 'asini' è: 0101300000. Le informazioni di seguito riportate fanno riferimento a tale codice.

Ricordati che, in qualità di importatore di asini, oltre ad adottare le misure indicate in questa pagina, sei tenuto al pagamento dell'IVA secondo l'aliquota appropriata, prevista per questo tipo di merce.

Disclaimer: il materiale riportato nel sito è presentato a scopo informativo. Non si garantisce l'accuratezza e l'integrità delle informazioni riportate e pertanto si declina ogni responsabilità per eventuali problemi o danni causati da errori o omissioni. Qualsiasi decisione presa in relazione all'utilizzo di dati o informazioni qui presenti è di esclusiva responsabilità dell'utente.

Dazi, controlli e documentazione:

Paese verso cui si importa (destinazione): Italia - IT.
Paese da cui si importa (origine): Andorra - AD.

Di seguito si riportano tutti le spese di dazio, le certificazioni e i documenti necessari per importare asini.

Nei confronti di tutti (ERGA OMNES)

Controllo all’importazione di prodotti biologici (CD808)
Dal 01-01-2017
Escluso: Liechtenstein (LI), Switzerland (CH), Iceland (IS), Norway (NO)
Base legale: R0834/07

Immissione in libera pratica o esportazione, legata a talune condizioni
B1 Presentazione di un certificato/licenza/documento
C 644
Importazione/esportazione autorizzata dopo controllo
B2 Presentazione di un certificato/licenza/documento
Y 929
Importazione/esportazione autorizzata dopo controllo
B3 Presentazione di un certificato/licenza/documento
Importazione/esportazione non autorizzata dopo controllo
Legenda certificati:
C 644 - Certificato d'ispezione per i prodotti biologici
Y 929 - Merci che non rientrano nell'ambito di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007 (prodotti biologici)
Dazio paesi terzi
Dal 01-01-2012
Base legale: R1006/11

Dazio applicabile
7.70 %
Controllo all'importazione – CITES (CD370)
Dal 04-02-2017
Base legale: R0160/17

Immissione in libera pratica o esportazione, legata a talune condizioni
Y1 Altre condizioni
C 400
Importazione/esportazione autorizzata dopo controllo
Y2 Altre condizioni
Y 900
Importazione/esportazione autorizzata dopo controllo
Y3 Altre condizioni
Importazione/esportazione non autorizzata dopo controllo
Legenda certificati:
C 400 - E' richiesta la presentazione del certificato "CITES"
Y 900 - Il bene dichiarato non è ripreso nella Convenzione di Washington (CITES)
Unità supplementare
Dal 01-01-2008
Base legale: R2658/87

Unità supplementari
NAR

Andorra (AD)

Preferenze tariffarie
Dal 01-07-2008
Base legale: D0680/90

Dazio applicabile
0.00 %




Legenda misure:

CD370 - Se il prodotto è indicato nell'elenco in allegato al regolamento (CE) n. 338/97 e successive modifiche è necessaria la presentazione di una licenza d'importazione.

CD625 - L'importazione di animali vivi è soggetta alla presentazione di un certificato DVCE per gli animali rilasciato conformemente alle disposizioni del Regolamento (CE) n. 282/2004 della Commissione (GUCE L 49)

CD808 - Se le merci contengono un riferimento alla produzione biologica nell’etichettatura, nella pubblicità o nei documenti di accompagnamento, il dichiarante deve presentare il certificato di ispezione C644 di cui all’articolo 33, paragrafo 1, lettera d), del regolamento (CE) n. 834/2007 (prodotti equivalenti). Se le merci non sono prodotti equivalenti, deve essere dichiarato il codice Y929. Fatte salve le misure o azioni attuate in conformità all’articolo 30 del regolamento (CE) n. 834/2007 e/o all’articolo 85 del regolamento (CE) n. 889/2008, l’immissione in libera pratica nell'Unione di prodotti non conformi alle disposizioni del citato regolamento è subordinata alla soppressione del riferimento alla produzione biologica dall'etichettatura, dalla pubblicità e dai documenti di accompagnamento di tali prodotti.



Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito